Del futuro di Federico Bernardeschi si è già parlato e scritto tanto, e fra chi vorrebbe strapparlo ai viola – Juventus, Inter e Chelsea solo per citarne alcune – ed una società intenzionata a blindarlo, mettendolo al centro del progetto della Fiorentina che verrà, la situazione pare piuttosto intricata.

Infatti, oltre al comprensibile (per uno che ha giocato un’intera stagione al massimo) calo di rendimento vissuto nell’ultima porzione di campionato, il ragazzo di Carrara si è chiuso in un religioso silenzio. Silenzio assordante perché dalle pubbliche dichiarazioni d’amore, nelle quali non hai mai nascosto la sua volontà di rimanere a lungo a Firenze fino ad ottenere i gradi di capitano, al mutismo attuale il passo è stato fin troppo breve.

Se a ciò si aggiungono anche le complicate vicende legate al rinnovo contrattuale che, almeno per il momento, pare arenato in una fase di stallo ed alcune scelte tecnico-tattiche (?) che hanno contribuito ad marginalizzare il numero 10, i dubbi inevitabilmente sorgono spontanei.

L’attesa è snervante e, nell’attesa, non resta che augurarsi che si tratti solo della silente concentrazione di chi, contrariamente rispetto a quanto si dice, è concentrato esclusivamente su quello che è il suo presente e che (forse) sarà anche il suo futuro.

Gianmarco Biagioni

Comments

comments