Questi i ricordi di Davide Astori confessati a Sky da Milan Badelj, che aveva ereditato la sua fascia da capitano “Custodisco ancora la lettera dedicata a Davide e anche la fascia di capitano indossato. Sono nella mia libreria a Zagabria. Quando vedevo Vittoria prendevo un po’ di uva dal fruttivendolo e gliela davo perché le piaceva. Una volta non gliela portai e mi ricordo che ci rimase male. Da allora, comunque, quell’uva è rimasta un simbolo del nostro rapporto”.