31 Luglio 2021 · 21:50
28.7 C
Firenze

Antognoni deve restare, ma non solo per guardare, per incidere in società. Servono le sue idee

Antognoni dovrebbe tornare ad occuparsi di calcio. Lo sa fare, ruolo di immagine fin troppo marginale per un uomo del suo spessore

antognoni
MILAN, ITALY – JULY 26: Giancarlo Antognoni looks on during the Serie A 2018/19 Fixture unveiling on July 26, 2018 in Milan, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Se Antognoni deve restare, deve restare per incidere

In questi giorni si fa un gran parlare della posizione dell’unico 10 (Antognoni) in società. Antognoni è da sempre l’idolo di Firenze, della tifoseria e rappresenta a pieno l’immagine della Fiorentina nel mondo.

Il suo passato viola è pieno di gloria e risultati. Sia da calciatore che da dirigente, ha sempre contribuito al bene della Fiorentina.

Il fiore all’occhiello della carriera da dirigente di Antognoni è stato sicuramente l’acquisto di Manuel Rui Costa. In quello stesso anno come ben sappiamo propose anche l’acquisto di Lilian Thuram, ma alla fine non se ne fece niente.

Da calciatore possiede il record di presenze in viola, ed è anche il giocatore della Fiorentina con più presenze in nazionale. Nel 2001 a seguito dell’esonero di Fatith Terim, lascio la Fiorentina per approdare in  FIGC come coordinatore degli osservatori delle nazionali giovanili.

Nel 2017 fa il suo ritorno in viola, con compiti di rappresentanza e poi come team manager.

Il suo amore per Firenze non si discute così come non si discute l’amore di tutta la tifoseria per l’unico 10, ma dal suo ritorno la sua figura non ha inciso minimamente nelle scelte societarie.

È giusto che una tifoseria intera si erga a difesa del proprio uomo immagine, ma sarebbe ancora più giusto se Antognoni oltre ad essere un simbolo ed un immagine per Firenze inciderebbe di più nelle scelte societarie.

La domanda non è fin troppo scontata perché spesso si ragiona da tifosi e basta, ma allo stato dei fatti, Antognoni attualmente cosa fa in società?

Quali sono i suoi colpi? È giusto avere un uomo solo per l’immagine?

Quindi faremo di tutto per far restare “Antonio”, ma dovremmo fare ancora di più affinché quest’ultimo incida di più nelle scelte societarie, che si rimetta di nuovo a cercare campioni, e che dia un valido contributo per la causa viola, così tutti insieme continueremo a seguire questo spettacolo guardando le stelle, così come giocava lui, guardando le stelle.

Avanti Viola!

Francesco Pistola

LEGGI ANCHE:EUROPEI 2020, CASTROVILLI ESORDISCE CON IL GALLES ALLO STADIO OLIMPICO

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO