Pronti via e dopo appena 65” Di Gennaro infila Tatarusanu da pochi passi per l’immediato vantaggio del Cagliari. L’avvio non è dei migliori e sembra che, dopo i timidi segnali di ripresa intravisti nell’ultima trasferta di Europa League, la Fiorentina sia destinata a sfaldarsi nuovamente in trasferta, ma non è così. Nell’ostica trasferta di Cagliari, contro una delle squadre più in forma del campionato, la squadra di Paulo Sousa trova la reazione tanto attesa, e soprattutto la trova con le prove superbe degli uomini più attesi, Kalinic, cinque gol in appena quattro giorni, e Bernardeschi, finalmente decisivo.

Al vantaggio rossoblù fa seguito la doppia occasione sprecata da Di Gennaro, incapace di ripetersi di fronte a Tatarusanu, prima di un paio di insidiose conclusioni capitate sul sinistro di Ilicic, fra i più attivi nel titubante avvio della Fiorentina. Il pareggio arriva al 20′ quando Kalinic raccoglie l’invito dalla destra di Tello e di testa batte Storari. Passano appena sei minuti e ancora Kalinic, in grande spolvero, trova Bernardeschi al centro dell’area che di prima intenzione appoggia in rete il gol del vantaggio. E’ lo stesso Bernardeschi al 31′ a trovare il gol dell’1-3 con una grande azione personale conclusa con un insidioso sinistro dal limite sul quale il portiere di casa non può nulla. Arriva anche la quarta segnatura in chiusura di primo tempo sempre sull’asse Bernardeschi-Kalinic, con il croato abile nel raccogliere il suggerimento del numero 10 e battere dal limite Storari.

La ripresa si apre sulla falsariga del primo tempo, con una Fiorentina ambiziosa e propositiva ed un Cagliari asserragliato nella sua metà campo. Al 53′ arriva anche la tripletta personale di Kalinic, pronto a centro area a deviare di testa il preciso traversone di Tello. Al 61′ prova ad accorciare le distanze il Cagliari, con il neo entrato Capuano che infila Tatarusanu sugli sviluppo di un’azione di calcio d’angolo. Poco dopo ci prova anche Ilicic su calcio piazzato, trovando però la pronta respinta di Storari. Fiorentina ancora immobile sui calci piazzati quando al 77′ Borrielo mette in rete di testa, ancora sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina. Il Cagliari, in fiducia, ci prova ancora nelle ultime battute ma il risultato non cambia più. Da sottolineare come nel finale Sousa abbia concesso spazio anche ai giovani Hagi e Diks. Con otto gol in due partite e uomini del calibro di Kalinic e Bernardeschi finalmente ritrovati questo può essere davvero il punto di svolta della stagione della Fiorentina?

Comments

comments