Nardella ha parlato ad Italia 7 :“Ho sempre lavorato nell’interesse della Fiorentina e di Firenze anche perche’ da sindaco so bene che queste due realta’, la squadra e la citta’, a Firenze piu’ che in altri posti d’Italia, sono inscindibili, sono un tutt’uno. Quindi devo fare gli interessi della mia citta’ ed ovviamente non posso che tifare, fra virgolette, perche’ ci sia un progetto vincentesulla Fiorentina. Quindi se arrivera’ una svolta saro’ il primo ad essere contento di questo”. Lo ha detto il sindaco Dario Nardella, ospite negli studi di ‘Italia 7′, parlando del possibile rilancio sulla Fiorentina da parte dei suoi proprietari, ovvero la famiglia Della Valle. “Per quanto riguarda lo stadio andiamo avanti sugli impegni presi, ognuno deve fare la sua parte: noi stiamo portando avanti la procedura di variante urbanistica, ormai siamo agli ultimi passi, e da parte sua Fiorentina deve portare a compimento la progettazione esecutiva -ha aggiunto Nardella – E’ un’opera pubblica complessa, passa da un accordo previsto anche dalle leggi nuove cioe’ il comune concede il terreno e la societa’ di calcio fa l’investimento con partner che individuera’ autonomamente. Non possiamo aspettarci che le cose avvengano nel giro di poche ore e di pochi giorni, sappiamo bene che e’ un’operazione complessa. Se fosse facile lo avrebbero fatto in tutte le citta’ d’Italia. In questo caso il proverbio da usare e’ ‘Chi va piano, va sano e va lontano’. L’importante e’ farlo, lo stadio, non mettere una data”.

Comments

comments