Cognigni: “Stadio? Possono arrivare partner. Ecco quanti spettatatori può ospitare e i costi…”

0
331

Anche Cognigni ha parlato durante la presentazione del progetto per lo stadio nuovo: “Oggi stiamo vivendo un evento significativo non solo per noi ma anche per Firenze. Faccio i miei ringraziamenti al sindaco Nardella, che ci è sempre stato a fianco per sviluppare questo progetto importante. Ma devo pure ringraziare tutto il gruppo di lavoro, così come la dott.ssa Maffioletti, che in questo trienni ha tirato le fila e risolto problemi in questo nostro cammino, è grazie a lei che oggi possiamo goderci questo spettacolo carico di emozioni.

In questi anni mi è sembrato di vedere dello scetticismo, quasi come se ci fosse dietro un progetto speculativo. Oggi faremo vedere a tutti che questo progetto si tramuta in una realtà concreta, che negli anni passati ci ha visto realizzare un centro sportivo efficiente, in cui vorremmo continuare ad investire.

Lo stadio potrà ospitare 40mila spettatori, 700 posti coperti per parcheggio auto, più di 100 punti richiamo, oltre 1000 posti biciclette. Durante la settimana potrà ospitare eventi per oltre mille persone. Poi una riqualificazione di un’area oltre otto ettari, un centro commerciale da 77mila metri quadri e un parcheggio annesso.

Questa struttura è stata concepita insieme al Comune, che già diversi anni fa aveva individuato l’area. All’interno di questo progetto abbiamo correttamente eseguito un piano sostenibile dal punto di vista economico e finanziario. I lavori verranno avviati con le nostre forze, ma siamo convinti che in futuro potrebbero affiancarci dei partner.

Abbiamo scelto di non aumentare le volumetrie imposte dal Comune. Ad oggi stiamo attendendo l’arrivo dell’approvazione del progetto. Parliamo di un investimento complessivo di 420 milioni di euro. Firenze è la culla della storia, dell’innovazione e della politica in senso nobile del termine, per cui abbiamo decisoo di progettare una struttura che potesse collocarsi in un contesto idoneo.

Vogliamo che il nuovo stadio sia come un tempio, in un contesto in cui ci sono altre realtà importanti, come la Mercafir, che abbiamo intenzione di valorizzare e non penalizzare. Siamo della politica del fare, stiamo lavorando per far sì che quanto prima si possa offrire ai nostri tifosi uno spettacolo di qualità”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui