Il padre, Fred Trump, faceva i soldi nella periferia, affittando case e costruendo in quartieri come Brooklyn, Queens e Staten Island, come del resto facevano tutti gli immobiliaristi dell’epoca. Il figlio Donald, però, non accontentandosi dei buoni risultati del genitore, decise di dedicare la sua vita al vero successo economico. Inutile sottolineare che il suo primo passo fu la decisione di assumersi dei rischi. Già, il giovane Trump decise di staccarsi dal padre per andare a cercare fortuna direttamente nella zona più importante della grande mela: Manhattan. Il suo primo grande risultato? L’acquisto del decadente e fallito Commodore Hotel, trasformato poi nel Gran Hyatt Hotel.

Il resto è storia, ma questo non è certo il luogo adatto per parlare della biografia del nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America. Ciò di cui invece vogliamo parlare oggi è “la mentalità vincente”, in inglese “winning attitude” che dovrebbe sempre contraddistinguere un imprenditore di successo.

Assumersi dei rischi per vincere in futuro, questo è il segreto, la chiave della porta verso i più grandi obiettivi, non solo quelli dei ricchi magnati, ma anche quelli delle persone comuni. Senza rischiare qualcosa, è impossibile sperare di raggiungere i nostri sogni. Abbiamo fatto l’esempio di Trump, perché adesso la stretta attualità ce lo impone, ma potremmo citare decine e decine di esperienze passate di personaggi più o meno conosciuti nel corso della storia.

Così, nel giorno in cui vengono resi noti i ricavi della Juventus dal 2011 ad oggi, non possiamo far altro che riflettere. I bianconeri, nelle ultime cinque stagioni, hanno consolidato la loro posizione in Italia, vincendo per cinque volte consecutive lo Scudetto. Ebbene, questa storia può avere molte chiavi di lettura, ma il dato che non può essere ignorato è senza dubbio il costante accesso alla Champions League che, assieme ai bonus Uefa, hanno entrare nelle casse del team del presidente Andrea Agnelli ben 280 milioni, nove volte di più di quanto incassato dalla Fiorentina.

La Juventus investe, investe milioni su milioni, innescando un grande circolo di denaro che, gestito in modo intelligente dai collaboratori in società e dagli allenatori sul campo, sta trasformando la Serie A in una sorta di Bundesliga, dove il Bayern Monaco a fine marzo ha già il campionato in tasca.

Questo significa avere una mentalità vincente, rischiare per vincere. Mai proteggere il proprio capitale, ma investirlo sempre in progetti più ambiziosi. Un concetto tanto semplice quanto difficile da attuare per i soggetti che non hanno fiuto o vero desiderio di emergere. “Chi si accontenta gode”… così-così.

Tommaso Fragassi

Comments

comments