Quasi irriconoscibile, ieri sera Tatarusanu è stato senza dubbio uno dei migliori in campo. Tra i principali artefici della vittoria contro il Chievo Verona, il portiere rumeno ha più volte salvato il risultato con interventi sicuri tra i pali e, addirittura, con uscite dal tempismo perfetto.

Un cambio di marcia, quello di Tatarusanu, che in pochi si sarebbero aspettati, in modo particolare la Fiorentina, che non a caso pochi giorni fa ha acquistato Sportiello. Il portiere ex Atalanta, infatti, sembrava destinato a sostituire l’attuale numero 12 gigliato che per troppo tempo ha convinto a metà.

Invece, complice probabilmente anche l’arrivo di un nuovo valido rivale, Tatarusanu ha rialzato la testa, parando come ai tempi in cui si giocava il posto con Neto tutte le domeniche. “Competizione”, questa la parola usata da Sousa durante l’ultima conferenza stampa a Firenze, il portoghese, infatti, aveva capito cosa sarebbe servito a Tatarusanu per ritornare ad essere un portiere affidabile. Per questo motivo a dicembre ha chiesto alla società un altro portiere, e Corvino lo ha accontentato.

Adesso Tatarusanu è chiamato al durissimo compito di mantenere i suoi standard sul livello di quello di ieri sera. Un’altra prestazione incolore potrebbe far scattare la maglia da titolare per Sportiello che, intanto, aspetta e lavora in silenzio.

Uno scenario interessante, dunque, che certo stimolerà i due estremi difensori a dare sempre il massimo. Al contrario di altri club, in cui spesso due portieri titolari finiscono per danneggiarsi a vicenda.

Tommaso Fragassi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.