Come se l’umiliante 4-0 maturato, con una prestazione ai limiti della decenza, nel posticipo dell’Olimpico non fosse già sufficiente a turbare i sonni dei tifosi viola, a rendere ancora più deprimente una serata non di per sè troppo rosea ci pensano le ombre che, a mercato cinese non ancora chiuso, potrebbero minacciosamente tornare ad addensarsi sul futuro di Nikola Kalinic, stasera sostituito (con scarso successo) da Babacar.

Lo spunto di riflessione nasce negli studi di Sky Sport dove, nel corso del post partita, è il giornalista Stefano De Grandis a porre l’attenzione sul fatto che la Fiorentina, senza obiettivi concreti da perseguire a breve termine, potrebbe prendere seriamente in considerazione l’ipotesi di lasciar partire Kalinic alla volta della Cina, incassando così i famigerati 50 milioni previsti dalla clausola rescissoria che lo lega alla società gigliata. Cifra che, con il mercato di gennaio ormai concluso, andrebbe a costituire un prezioso tesoretto da investire in estate e sulla base del quale iniziare a progettare, fin da subito, la nuova Fiorentina che, salvo stravolgimenti dell’ultima ora, dovrebbe ripartire senza Paulo Sousa.
Con l’Europa a soli 5 punti ed i sedicesimi di finale ancora da giocare l’imperativo che deve animare il finale di stagione deve essere uno solo: avanti uniti e compatti fino al termine della stagione per cercare non tanto di raggiungere un obiettivo ma quantomeno di trovarlo, ripartendo magari proprio da quanto fatto di buono nei primi 25 incoraggianti minuti dell’Olimpico. Tutto ciò per dare un senso al finale di stagione e, magari, anche alla permanenza di Kalinic.
Gianmarco Biagioni