Roberto Rosetti, responsabile del progetto moviola in campo in Serie A, non si pone limiti per quanto riguarda l’impiego della tecnologia in campo: “Voglio un sistema che possa darmi in tempo reale e in 3D le immagini dell’attaccante nei casi dubbi di fuorigioco. Abbiamo il software che crea le griglie virtuali sullo schermo, anche grazie a quello abbiamo convalidato il gol di Kean. Ma non possiamo fermarci. Sul fuorigioco avremmo bisogno di un sistema simile alla Goal line technology, con immagini tridimensionali e ruotabili”.

Fonte: La Repubblica

Comments

comments