20 Maggio 2024 · Ultimo aggiornamento: 23:49

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Quando Zeffirelli disse: “Dobbiamo ricercare l’entusiasmo che il calcio sa creare dentro di noi”
News

Quando Zeffirelli disse: “Dobbiamo ricercare l’entusiasmo che il calcio sa creare dentro di noi”

Redazione

16 Giugno · 11:41

Aggiornamento: 16 Giugno 2019 · 11:41

Condividi:

Parole che oggi, quelle che abbiamo evidenziato nel titolo, suonano come assai familiari. Era il 2011 quando il nostro Stefano Borgi intervistava il compianto Franco Zeffirelli che ieri, a Roma, ha lasciato questa terra. Eccola in integrale:

“Gli 85 anni della Fiorentina è un anniversario importante, che per me significa molto.La Fiorentina, infatti, è quasi mia coetanea (il “maestro” è un classe 1923 ndr.) e festeggiare tutti insieme, uniti, questa ricorrenza è una maniera per noi di stare vivi in questo mondo pieno di amarezze e delusioni.

Il nostro tifo è garanzia di continuità e di felicità della nostra esistenza, tifare Fiorentina è un modo per restare giovani. Anzi, per spiegare ancora di più la forza ed il potere della Fiorentina, vi dico che le donne, le mogli (almeno quelle che non sono tifose) hanno ragione ad arrabbiarsi con i mariti, perchè amano così tanto la Fiorentina da togliere spazio al loro rapporto.

Ma c’è poco da fare, perchè la passione, l’amore per la maglia viola spesso è una cosa che non si può controllare. Il ricordo più forte che ho della Fiorentina e dell’allora stadio Comunale è il crollo della Maratona durante un Fiorentina-Juventus del 1958, mentre la prima volta allo stadio mi portò mio zio all’età di 7-8 anni. Il primo giocatore che ricordo era l’uruguiano Pedro Petrone, detto l’Artillero, una gioia per i ragazzini come me.

Poi ricordo gli anni ’50 e ’60, i due scudetti, la coppa delle Coppe del ’61. Tra tutti, però, Antognoni è il giocatore che mi è piaciuto di più, il più elegante senza dubbio. Per il futuro faccio un augurio che esula dal risultato del campo: spero che tutti troviamo un’armonia che ci leghi tutti insieme, la Fiorentina ha dato tanto al calcio mondiale, ed era un esempio per noi. Il calcio è cambiato molto, un tempo c’erano le bandiere, spero che si torni a certi valori. sarà difficile, ma la speranza la nutro ancora. Tutti dobbiamo mettere giudizio e  dobbiamo ricercare l’entusiasmo che il calcio sa creare dentro di noi. Auguri Fiorentina.”

FRANCO ZEFFIRELLI – 26/08/2011

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio