Come scrive il Qs-La Nazione, i dubbi in vista della gara col Chievo sono due: da una parte Pioli deve trovare il sostituto di Badelj, dall’altra il ballottaggio tra Gil Dias, il portoghese su cui la Fiorentina deve riflettere in chiave mercato, oppure Thereau, il francese a digiuno di gol dal 22 ottobre scorso. A meno che la terza via possibile, alla fine, non faccia correggere il reparto offensivo con l’ingresso di Falcinelli in coppia con Simeone (con Chiesa scalato sulla linea dei centrocampisti). Nel mezzo, i candidati sono due: da una parte c’è Bryan Dabo, il francese arrivato nelle ultime ore di mercato, che domenica scorsa nel giorno del suo ventiseiesimo compleanno ha fatto il suo debutto in Serie A, dall’altra invece c’è Cristoforo, per il quale la Fiorentina ha detto no a diverse richieste provenienti dall’estero. Dabo deve ancora calarsi alla perfezione nelle dinamiche del calcio italiano, è evidente, ma al tempo stesso ex Siviglia, fin qui, ha totalizzato 48 minuti in tutto. In difesa pare destinato a rientrare Laurini: i fastidi muscolari al piede sono stati smaltiti e dopo le due gare saltate (Juventus e Atalanta) dovrebbe riprendersi il posto a desta, come Pezzella e Astori centrali. Nessun dubbio su Biraghi, fresco di convocazione per lo stage della Nazionale, a sinistra. Davanti Simeone punta a interrompere il digiuno dal gol che dura dalla partita contro l’Inter.

Comments

comments