24 Luglio 2024 · Ultimo aggiornamento: 19:48

Labaro viola: il mondo viola minuto per minuto
Playoff Serie B: Cagliari e Sudtirol alla caccia del sogno
News

Playoff Serie B: Cagliari e Sudtirol alla caccia del sogno

Redazione

8 Giugno · 11:05

Aggiornamento: 13 Giugno 2023 · 04:06

Condividi:

Dopo le promozioni dirette di Frosinone e Genoa, sono Cagliari e Sudtirol, entrambe vincitrici delle semifinali d’andata contro Parma e Bari, alla caccia di un sogno chiamato Serie A.

I verdetti di Serie B sono agli sgoccioli e, mentre per la retrocessione i giochi sono fatti (sono andate in Lega Pro Brescia, Spal, Perugia e Benevento), ancora è tutto in ballo per la promozione in A attraverso i playoff. Dopo Frosinone e Genoa, infatti, sono Bari, Sudtirol, Cagliari e Parma a contendersi il terzo e ultimo posto a disposizione. Un quadro molto interessante per coloro che sono appassionati di quote e puntate, questo è evidente, vista la lotta per raggiungere la finale da parte delle contendenti. I migliori siti scommesse online sono, infatti, da sempre, molto interessati al secondo campionato più importante in Italia, quello meno prevedibile e con risultati sempre sorprendenti. Più che mai in queste semifinali in cui, con i risultati dell’andata, tutto è ancora possibile. 

Il Sudtirol di Bisoli, vera rivelazione di quest’anno, è in vantaggio di un gol sul Bari, battuto 1 a 0 nei minuti finali dell’andata. Il Cagliari di Ranieri, invece, è stato protagonista di una rimonta incredibile: dallo 0 a 2 del primo tempo, il risultato finale è stato 3 a 2 con un super Lapadula e due gol di Zito Luvumbo, una grande sorpresa. Ora, per il ritorno si prospetta una grande battaglia. Sono due risultati in bilico, con squadre che non si arrendono mai e che hanno dimostrato, durante tutto il campionato, grinta e gioco. Il Bari, specialmente, che avrà il ritorno in un infuocato San Nicola, è quello con maggiori rimpianti, visto il gol allo scadere nato da una sfortunata distrazione. 

Spal: tanti rimpianti, gestione errata?

Mentre si aspetta di capire se ci sarà l’incontro con Iacopina e la curva (che pare essere saltato), ci si chiede cosa sia successo alla Spal in questa stagione, cosa non abbia funzionato, cosa sia saltato nel meccanismo che aveva permesso, proprio in questi ultimi anni, di giocare in Serie A e di farlo anche bene. I tifosi sono arrabbiati, le premesse erano altre e, per un breve lasso di tempo, con l’arrivo di De Rossi in panchina e di Nainggolan in campo, si era anche pensato di risalire la china in classifica. Tutti i fenomeni, come sono stati chiamati i giocatori dagli spallini delusi, hanno rappresentato un punto di non ritorno tra tifoseria e società e sono tutti considerati fuori fuoco con nessun nome degno di una riconferma. 

Questo dispiace ma è un dato di fatto: la stagione è andata male, non c’è stata coesione tra pubblico e dirigenti, i giocatori sono stati allo sbando, con poche idee confuse e poca grinta. Ci si aspetta, ora, chiarezza e un progetto che riporti la Spal in B. 

Ranieri: il condottiero di un Cagliari mai domo

La stagione del Cagliari è partita in sordina: il ritorno in B, dopo anni di Serie A, aveva lasciato l’amaro in bocca e i giocatori, nonostante un gruppo già affiatato e una campagna acquisti sontuosa con Lapadula prima punta, erano sembrati spompati, sfiatati, con poche idee. Il cambio di allenatore, con l’arrivo di Claudio Ranieri, ha rappresentato la svolta: un girone di ritorno incredibile, tante vittorie, i playoff e la straordinaria rimonta al Parma, con cambi azzeccati e tanto cuore. 

Può, Sir Claudio Ranieri, essere artefice di un nuovo miracolo sportivo dopo l’indimenticato scudetto con il Leicester (ora, purtroppo, retrocesso in Championship, la seconda divisione inglese)? Ci sono buone possibilità, soprattutto dopo la straordinaria partita contro la corazzata parmense. Ci sembra che i giocatori siano concentrati, che ci sia gruppo, spirito, condivisione e speranza. Augurandoci che siano tutte partite belle da vedere, combattute, giocate fino alla fine, un po’ di tifo per il grande Claudio c’è, un signore compassato, passionale, che ha sempre lavorato bene, ovunque sia andato e che anche ora sta dimostrando, anche in Serie B, tutto il suo valore.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Testata giornalistica | Autorizzazione Tribunale di Firenze n.6004 del 03/11/2015
Edimedia editore | Proprietario: Flavio Ognissanti | P. IVA: IT04217880717

© Copyright 2020 - 2024 | Designed and developed by Kobold Studio