Parlano gli stilisti fiorentini: “Con il cuore compreremmo subito la Viola, però mancano i soldi”

"Penso che molti rimpiangeranno i Della Valle" commenta Bastagli (Lineapiù), mentre Fratini (Rifle) ammette: "Non me la sento, mi rovinerei"

Tocca oggi agli stilisti fiorentini, ai quali l’edizione odierna de La Nazione ha dedicato un ampio spazio, esprimere la loro opinione sul caos societario scatenato dal comunicato emesso due giorni fa e che, salvo ripensamenti, mette la Fiorentina sul mercato.

Roberto Cavalli: “Col cuore la comprerei subito, ma da quando ho venduto il marchio e l’azienda non ho i mezzi, io non sono miliardario come Armani, i miei soldi sono dei miei 5 figli! Penso che potrebbe comprarla Sandro Fratini (patron della Rifle, ndr) che è un appassionato come me. Amo la Fiorentina da tutta la vita ma ora se non viene fuori nessuno per l’acquisto mi spiace. Ci resta una società completamente nuda. Forse si potrebbe tentare un pool di imprenditori, anche con un milione di euro a testa. Il mondo del calcio è tanto cambiato, è sporco. La Fiorentina appartiene un pochino anche ai tifosi. O no?”.

Fratini (Rifle): “Non me la sento, comprare e mantenere una squadra di Serie A non è alla mia altezza economica. Non ce la fanno i Berlusconi e i Moratti, figurati io. Sono tifosissimo, il mio cuore è viola, la mia è una passione totale, che ho ereditato da mio padre che a sei anni mi portava allo stadio e sono 58 anni che tifo. Oggi mi rovinerei, sono troppo passionale, la mamma e la squadra del cuore non si cambiano”.

Niccolò Ricci (Ad della Stefano Ricci): “In questa situazione di oggi vincerà il mercato. E speriamo si faccia vivo qualche imprenditore desideroso di tornare a vincere. Noi come famiglia non siamo interessati ad un investimento del genere. Ci piace il colore viola e ci piacciono le belle tradizioni come quella del Calcio Storico che sosteniamo con passione”.

Ermanno Scervino (ha disegnato le divise della Nazionale): “Sono orgoglioso della squadra della nostra città! Ma non ho una passione così forte. Vestire la Nazionale è stata una bella esperienza, anche umana”.

Alessandro Bastagli (presidente di Lineapiù Italia e di A. Moda, ex patron di Everlast Firenze Basket): “I Della Valle? Penso che molti li rimpiangeranno, trovo le contestazioni di poco gusto, l’atteggiamento di frattura di una parte dei tifosi non mi piace e ho riserve che qualche famiglia importante italiana possa comprare la Fiorentina. Comprare la Fiorentina? No, non potrei e non ho mai pensato di poterlo fare. I signori Della Vale hanno fatto molto investendo credo 250 milioni di euro in sedici anni. Ci saranno stati anche risultati poco soddisfacenti ma chi non può sbagliare? Il proverbio dice: chi non fa non falla. Resta il dispiacere, si poteva fare di meglio per ricucire con la città”.

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments