La Fiorentina domani pomeriggio farà visita al Palermo che, in caso di sconfitta, potrebbe salutare anticipatamente il campionato di Serie A edizione 2016/17. Queste le parole del tecnico dei rosanero, Diego Bortoluzzi, che, alla vigilia, sanno tanto di resa.

“La retrocessione è nell’aria da tempo. Sì, si sperava che i risultati offrissero uno spiraglio per trovare delle energie in più, ma adesso la situazione è ormai definitiva. Adesso è importante fare meglio, liberandosi delle paure e dei timori visti fin qui. o nella mia vita e nella mia carriera nel calcio ho sempre lavorato puntando sulla professionalità: le sconfitte vanno accettate dal punto di vista sportivo. Quello che deve essere importante per un professionista è reagire anche nei momenti difficili. E’ chiaro che partite come quelle con la Lazio lascia i segni in ogni professionista, ma occorre guardare avanti. Dopo ko del genere, dall’allenamento dopo ci deve essere già voglia di venirne fuori. Questo ho chiesto ai giocatori, questo ho chiesto a me stesso”.

Spende alcune parole anche su un possibile cambio di modulo in vista della gara casalinga contro i viola: “L’impostazione di una squadra è molto importante, ma è più importante lo spirito. Guardate tutte le squadre d’Europa, non solo in Italia. Qualcuno si difende anche in dieci, è importante come si interpreta la gara”.

E conclude sul finale di stagione: “Come dare dignità al finale campionato? Rischio di essere banale, ma la risposta è nel campo: curare ogni minimo particolare perché, quando le cose vanno male, l’unica via è curare ogni minimo particolare. Solo così posso dire di essere professionista”.

Comments

comments