Come riporta il Qs-La Nazione, Pioli ha avuto l’idea: lanciare dal primo minuto Vitor Hugo e cercare a cambiare la linea difensiva. Il brasiliano è sempre più vicino a ritrovare una maglia da titolare dopo la prima esperienza a San Siro, finita non benissimo. Eppure chi lo vede tutti i giorni giura che l’ex Palmeiras è cresciuto e non poco, trasformato anche nella convinzione rispetto a quello sciagurato esordio. Schierarlo contro la Roma potrebbe essere un rischio, ma fino a un certo punto. Semmai è il numero di compagni da sistemargli accanto che tiene viva la vigilia della partita di domani pomeriggio contro i giallorossi.

Puntare sul ‘classico’, restando con la linea a quattro, oppure cambiare radicalmente, togliendo un uomo per aggiungerlo a centrocampo? Rebus nato dalla forza del reparto avversario che può contare su Gonalons, Pellegrini, Nainggolan. Con Strootman e De Rossi alternative.

Nel caso Pioli decida di proseguire con il 4-3-3, Pezzella è sempre più destinato a essere allargato sulla corsia di destra, con Astori e Vitor Hugo, appunto, al centro e Biraghi sulla corsia mancina. L’argentino ha il passo per presidiare la corsia, giudicato più difensore di Gaspar.