La Gazzetta dello Sport di stamattina analizza il preliminare di Champions League della Roma contro il Porto e l’importanza che può avere per le finanze del club. Infatti l’accesso ai gironi della massima competizione europea darebbe ai giallorossi i soldi per tornare a cercare con forza il giocatore preferito da Spalletti per migliorare la rosa della Roma: Borja Valero.
La differenza tra l’accesso ai gironi della Champions League o l’eliminazione ai preliminari, con conseguente declassamento in Europa League, è di circa 20 milioni di euro, contando il paracadute da 10 milioni di euro inserito dalla Uefa per aiutare le squadre eliminate nel preliminare. Ma se la Roma dovesse superare il Porto, si garantirebbe un’entrata di circa 35 milioni di euro. Sabatini avrebbe così maggiore forza per presentarsi nell’ultima settimana di mercato dalle parti della Fiorentina e di Borja Valero. E’ lui il giocatore che i giallorossi vogliono per migliorare il centrocampo, anche se un suo acquisto costringerebbe la Roma a privarsi di un talento come Paredes.
E’ sempre però giusto ricordare quelle che sono state le parole che il centrocampista spagnolo ha pronunciato non più tardi di tre settimane fa in ritiro a Moena, dichiarando di voler rimanere ancora a lungo alla Fiorentina.

Comments

comments