Interessante l’articolo di Alessandro Rialti questa mattina, qui ne riportiamo un estratto:

“Cosa fare davanti alla deriva della Fiorentina? Resisterà il «patto» fra ultrà e squadra? Evitare contestazioni per non peggiorare la situazione? Sostenere i viola sempre e comunque, evitando i fischi? Almeno fino a chiusura della stagione.

Ma reggerà la posizione assunta dalla tifoseria, almeno quella della Fiesole? Non ci sono dubbi sul fatto che le recenti sconfitte, la classifica sempre più deprimente e (più ancora) le scelte del tecnico portoghese (in gran parte capaci di lasciare…basiti i tifosi) abbiano creato dubbi e fratture nel fronte dei difensori della Maginot.

La gara di giovedì sarà indiscutibilmente uno sparti acque. La decisione dei leader del tifo, almeno fino a ieri, era quella di iniziare la partita contro il Napoli garantendo un gran tifo. Se la squadra, come ha saputo fare in diverse occasioni, giocherà con il cuore, il tifo reggerà fino alla fine. In caso contrario la linea Maginot potrebbe crollare, lasciando spazio a chi da tempo sostiene che sia arrivato il tempo di cambiare”.

Comments

comments