Due ore di colloquio assieme a Sousa e a tutti i massimi dirigenti della Fiorentina, il Presidente Mario Cognigni ha passato così il suo pomeriggio a Firenze. Dunque, a dispetto di quanto detto negli ultimi giorni, il faccia a faccia tra l’allenatore portoghese e la società c’è stato, ma senza Andrea Della Valle. Già, il patron è atteso solamente domani per l’allenamento, nulla di diverso rispetto a ciò che ha fatto durante la stagione.

Cognigni ha preso il posto di ADV ed ha affrontato a viso aperto Paulo Sousa, sottolineando l’importanza della partita di domenica in ottica Europa League, senza però sbilanciarsi sul futuro del tecnico. “Per il resto vedremo”, ecco le testuali parole del Presidente, che in questo modo lascia ancora aperte tutte le possibilità per la panchina del prossimo anno, così come rimane aperta la questione Pasqual (“Decideremo nei tempi e modi opportuni”).

Sulla prossima stagione della Fiorentina, invece, rassicura: “E’ necessario programmare, come stiamo già facendo”. La speranza è che queste dichiarazioni non facciano la stessa fine di quel “Non ci faremo cogliere impreparati” pronunciato a dicembre.

Scherzi a parte, quella di oggi è stata una vera e propria presa di posizione di Cognigni che si è assunto la grande responsabilità del faccia a faccia con Sousa. Insomma, ne ha fatta di strada il Presidente esecutivo da quando, il 24 settembre 2009, gli fu affidato questo incarico. Da un paio di stagioni, infatti, è diventato uno dei principali protagonisti viola, soprattutto durante i periodi di calciomercato. E’ lui ad occuparsi del controllo le finanze ed è sempre lui il primo referente di tutti i dirigenti in società. Con il passare del tempo il potere decisionale di Mario Cognigni sta diventando sempre più grande. O forse lo è già, ma ce ne stiamo accorgendo solo adesso…

Tommaso Fragassi

Comments

comments