22 Ottobre 2021 · 10:56
14.5 C
Firenze

Iachini si fa avanti: “Sarebbe bello indossare il cappellino viola in panchina…”

"Firenze è un ambiente ideale per far crescere i giovani, e su Saponara e Ilicic..."

Giuseppe – meglio noto solo come “Beppe” – Iachini, più di 100 presenze con la maglia viola tra il 1989 ed il 1994 ed un lungo peregrinare in lungo ed in largo sulle panchine di numerose squadre di Serie A e B (Udinese, Palermo, Siena, Chievo, Brescia e Sampdoria solo per citarne alcune), è intervenuto ai microfoni di Radio Blu.

Sarebbe bello indossare il cappellino viola in panchina, ma lasciamo che le cose maturino con i tempi giusti. Sarebbe di sicuro una cosa piacevole“.

Prosegue commentado l’andamento stagionale della Fiorentina: “La stagione della Fiorentina non è stata positiva, è venuto a mancare qualche gol in più e qualche punto in più, cosa che lo scorso anno non era successa. Con tre partite in una settimana il gioco è diverso, sono situazioni che possono capitare nel calcio, ma nella rosa ci sono valori importanti, l’allenatore funzionava bene lo scorso anno, mentre in questo ci sono state delle difficoltà. L’Europa League? Finché la matematica non condanna bisogna crederci e vincere più partite consecutive possibili. Non conosco bene il calendario futuro della viola e la situazione infortuni, ma l’appetito vien mangiando e se cominci a vincere mentre le altre perdono punti scatta entusiasmo e spirito positivo per poter concludere l’anno in rimonta”.

E sul direttore generale dell’area tecnica Pantaleo Corvino: “Corvino ha sempre lavorato bene con i giovani, crescono molto bene in un contesto come quello di Firenze: squadra che gira bene, che dà la possibilità di esprimersi al meglio e diventare giocatori importanti per il futuro della Fiorentina”.

Spende alcune parole anche su uno degli ultimi colpi messi a segno dalla Fiorentina, ossia il fantasista Riccardo Saponara: “Saponara è un signor giocatore, ha bisogno che la squadra giri bene e guadagnerà convinzioni giuste e qualità. A volte capita che i giocatori non riescano a poter cambiare la stagione, ma lui è un ragazzo di ottima qualità e con la squadra al top può esprimere al massimo quanto vale. Ilicic è un gran giocatore, è ovvio che possono anche coesistere. Giocando insieme possono far sì che la Fiorentina giochi in contesti di vertice, uno non esclude l’altro“.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO