Ianis Hagi è finalmente tornato a casa, al Viitorul Costanta, e lo ha fatto da assoluto protagonista. Non poteva essere altrimenti per un talento che, dopo la deludente esperienza in maglia viola, aveva un disperato bisogno di ritrovare se stesso.

Non è certo casuale la scelta del padre Gheorghe – che per chi non lo sapesse è anche l’allenatore della squadra – di schierarlo dal primo minuto e di affidargli anche la fascia da capitano… Un grande onore ma anche un pesante onere per un ragazzo che non ha ancora compiuto 2o anni.

Una prestazione di buon livello, nel corso della quale il romeno ha avuto la possibilità di svariare sulla linea dei trequartisti. Un ritorno positivo nel pareggio ottenuto contro l’Astra Giurgiu, grazie al quale il club di Hagi conferma il sesto posto in classifica.

Gianmarco Biagioni

Comments

comments