“La Fiorentina fa la passerella in Tramvia per Gest. Perché non hanno viaggiato con tutti i passeggeri e perché hanno viaggiato senza bagagli per andare all’aeroporto? È solo un spot elettorale vista la presenza di Nardella”.

Così Tommaso Grassi, capogruppo di Firenze Riparte a Sinistra interviene in Consiglio Comunale. E attacca: “Alcuni cittadini sono stati anche fatti scendere dalla Tramvia per non disturbare l’operazione di marketing. Non credo che sia questo il metodo giusto di condivisione di un’opera così importante per tutta la città”.

“Non hanno certo colpa i giocatori e i tecnici della squadra della città per la campagna in cui sono stati utilizzati e non vogliamo neppure ironizzare sul fatto che non ha portato molto bene, visto l’esito del confronto con il Cagliari, il viaggio in Tramvia. Però è certo che non è altro che marketing far arrivare in pullman scortato fino a piazza dell’unità, far prendere la Tramvia alla squadra fino all’aeroporto e far arrivare comunque il pullman della Fiorentina con a bordo le borse e i materiali sportivi a Peretola. Ridicola questa sceneggiata.”

A scriverlo è Il sito di Firenze