L’esperienza di Paulo Sousa si è da poco conclusa. Per il portoghese, fatta eccezione per sei mesi eccellenti, con quel primo posto praticamente conservato fino alla pausa di gennaio, non ha lasciato un grande ricordo. Non è stata tutta colpa sua, ovviamente, l’ex tecnico viola, infatti, è stato deluso da un mercato che, soprattutto all’inizio del 2016, poteva essere migliore. Lo scontento di Paulo Sousa, però, ha influenzato tutta la seconda parte di stagione, andando a corrompere anche tutto l’ambiente, e questo non poteva essere perdonato.

Sousa, però, probabilmente ha pensato di avere tante offerte, possibilità da praticamente tutt’Europa. E non solo, perché anche lo Jiangsu Suning aveva pensato a lui come possibile allenatore. Salvo poi preferirgli Fabio Capello, dopo un mezzo annuncio di un contratto biennale. Ora Sousa rimane senza contratto, con qualche flirt andato male – ad esempio con il Borussia Dortmund – e la necessità di aspettare un progetto di livello, sperando di non perdere il treno delle big. Anche se, forse, lo ha già perso.

Comments

comments