Cristian Bivolaru, direttore generale del Viitorul Constanta, ha parlato ai microfoni di Digi Sport: “In questo anno e mezzo passato in Italia è migliorato sia mentalmente che fisicamente. È tornato uno Ianis diverso ma ha tantissimo da lavorare per ritrovare il ritmo partita. Credo che né lui né il padre Gheorghe meritavano un trattamento del genere da parte della Fiorentina. Nessuno lo ha costretto ad andare alla Fiorentina né viceversa: è stato voluto”.

Comments

comments