La Fiorentina è a caccia di un sussulto decisivo al fine di cogliere la terza vittoria consecutiva in campionato, contro un Torino che si presenta all’appuntamento del Franchi con alcune assenze pesanti (su tutte quella di Andrea Belotti).

Il primo tempo è di marca viola che – nonostante l’uscita anticipata di Thereau – riesce a passare in vantaggio grazie al secondo gol consecutivo di Benassi. Siamo infatti al 29′ quando l’ex granata sfrutta un suggerimento di Simeone per presentarsi a tu per tu con Sirigu… Il destro ad incrociare del centrocampista viola non lascia scampo all’estremo difensore ed i viola passano così meritatamente in vantaggio. Il Toro non molla e da segnali di ripresa: prima con Moretti, che di testa centra la traversa, e poi con Ljajic, la cui conclusione dal limite viene deviata in corner.

La ripresa si apre nel segno del Torino: con i granata che, al termine di un’azione magistralmente condotta, si presentano davanti a Sportiello con Niang che però, da ottima posizione, centra la traversa. La partita si accende e la Fiorentina torna a farsi vedere in fase offensiva: prima con Chiesa, il cui destro viene stoppato dalla respinta di Sirigu, e poi con Eysseric, audace a provarci al volo da fuori area. Continua il forcing viola ed al quarto d’ora della ripresa è Barreca che salva su Simeone, pronto ad insaccare a porta sguarnita.

L’attaccante argentino ha però l’occasione di consolarsi pochi minuti più tardi, quando sfruttando un preciso assist di Benassi riesce ad insaccare sotto la traversa con un destro potente e preciso. Si gioca ad una porta sola ed al 73′ Barreca stende Chiesa in area di rigore, conquistandosi il cartellino rosso e determinando un calcio di rigore in favore dei viola. Sul dischetto si presenta Babacar che, a pochi minuti dal suo ingresso in campo, spiazza Sirigu e chiude così i giochi.

Il fischio finale di Mariani sancisce la fine delle ostilità e decreta la terza vittoria consecutiva della squadra di Pioli. L’allenatore viola, oltre che per il rotolo risultato, non può che dirsi soddisfatto dall’atteggiamento propositivo ed aggressivo tenuto dai suoi nell’arco di tutto il match.

Gianmarco Biagioni

Comments

comments