Si fanno largo le prime indicazioni per quanto riguarda la formazione con la quale la Fiorentina dovrebbe scendere in campo domani alle ore 15 al “Castellani” di Empoli. In attesa di eventuali dubbi che potrebbero essere chiariti nell’imminente conferenza stampa di Paulo Sousa, sembra tuttavia già possibile delineare un quadro piuttosto certo circa le scelte di formazione dell’allenatore portoghese.

Davanti alla certezza Tatarusanu, la linea difensiva dovrebbe essere composta, oltre che da Gonzalo ed Astori al centro, da Salcedo, non troppo provato dagli impegni con la nazionale messicana e pronto a sistemarsi sulla corsia di destra, e da Milic a sinistra, i due infatti sembrano essere in vantaggio su Tomovic e Maxi Olivera.

Per quanto riguarda il centrocampo invece l’unico punto fermo sempre essere Borja Valero, con Badelj e Vecino in lizza per occupare un posto al fianco dello spagnolo. Se per l’uruguaiano la voglia di essere presente nella trasferta di Empoli, realtà che ha contribuito a lanciarlo a pieno titolo nel calcio dei grandi, potrebbe prevalere sulla fatica dovuta ai due impegni che lo hanno visto sempre in campo con la sua nazionale, la continuità garantita dal croato, nonostante le voci di mercato che si sono recentemente addensate su di lui, potrebbe permettergli di vestire una maglia da titolare a scapito del compagno. Scendono invece le quotazioni di Sanchez e Cristoforo che dovrebbe partire entrambi dalla panchina, mentre le corsie esterne dovrebbe essere occupate rispettivamente da Bernardeschi, a sinistra, e da Tello, a destra.

Il reparto offensivo sembra il reparto che fino ad ora sta generando le maggiori incertezze nella mente di Paulo Sousa, fatta eccezione per la presenza di Ilicic alle spalle dell’unica punta che però ancora non è stata definita. Infatti, benché la volontà di confermare Kalinic dal primo minuto sia forte le scelte del portoghese devono fare i conti con i recenti guai fisici del croato, la cui presenza sarà fortemente condizionato dalle condizioni climatiche che determineranno la tenuta o meno del terreno del “Castellani”. In alternativa Sousa potrebbe proporre Babacar al centro dell’attacco, con il senegalese in cerca di riscatto dopo le recenti voci di mercato che lo vorrebbero lontano da Firenze. Completamente estromesso dall’undici iniziale sembra invece Zarate per il quale Sousa sembra non avere la minima considerazione.

Comments

comments