Le gare del pomeriggio lasciano in eredità certezze ormai quasi consolidate ed alcune piacevoli sorprese. Certezze come quella del primato assoluto della Juventus, certezza però non così scontata almeno fino al 75′ minuto della partita di Verona, ossia fino al momento in cui Miralem Pjanic decide di regalare i tre punti alla squadra di Allegri con una magistrale punizione dal limite, dopo il vantaggio di Mandzukic al quale aveva risposto Pellissier dal dischetto. Gara divertente ed aperta, con il risultato in bilico fino al termine, quella fra Palermo e Milan, con la squadra di Montella che riesce a passare al “Barbera” grazie al primo gol in Serie A dell’ex attaccante del Pescara, capocannoniere in B nella scorsa stagione, Lapadula che, con una magia di tacco, rimette a posto la situazione dopo che al vantaggio di Suso, frutto di un’incertezza collettiva della difesa rosanero, aveva risposto Nestorovski, una delle note più liete di un Palermo in caduta libera insieme al portiere Posavec, capace di riscattarsi con una serie di grandi parate dopo l’errore in occasione del vantaggio rossonero. Da segnalare anche l’esordio stagionale con la maglia del Milan dell’ex centrocampista della Fiorentina Mati Fernadez, al quale Montella ha concesso uno scampolo di gara nel finale. A sorprendere ancora è invece l’Atalanta di Gasperini che, dopo essersi imposta con un netto 0-3 tutto maturato nel primo tempo con le reti di Gomez e dei difensori Conti e Caldara sul campo del Sassuolo, ora naviga a vele spiegate nella parte alta della classifica. Termina invece 1-1 la partita di “Marassi” fra Genoa ed Udinese con Ocampos, al primo gol in Serie A, che risponde al vantaggio di un rigenerato Thereau. Questi tutti i risultati del pomeriggio in attesa di Fiorentina-Sampdoria ed Inter-Crotone che si giocheranno alle 18, mentre l’appuntamento delle 20.45 è quello che vede Roma e Bologna opposte all'”Olimpico”.

Comments

comments