Secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport sembra che il Milan non sia l’unico club interessato alle prestazioni del centrocampista, attualmente in forza al Pescara, Valerio Verre. Infatti pare che anche la Fiorentina stia seguendo da vicino il ragazzo classe ‘94 cresciuto nel vivaio della Roma. Dopo l’esperienza nel settore giovanile giallorosso, con maestri illustri del calibro di Alberto De Rossi ed Andrea Stramaccioni, inizia un incessante peregrinare in lungo ed in largo che lo porterà, sempre in prestito, a vestire le maglie, nell’ordine, di Genoa, Siena, Palermo, Udinese e Perugia con fortune alterne. Nell’agosto 2015 viene definitivamente riscattato dal Pescara per una cifra che si aggira attorno ai 4 milioni di euro, diventando così l’acquisto più oneroso della storia del club abruzzese. Protagonista dell’ultima promozione della squadra di Massimo Oddo, Verre può ricoprire diversi ruoli infatti, dopo gli inizi come trequartista con una spiccata predisposizione per il gol, è stato impiegato, soprattutto a Palermo sotto la guida di Iachini, anche come mezz’ala sinistra, preferibilmente in un centrocampo a tre. Tuttavia, nella breve parentesi con la prima squadra della Roma, Luis Enrique gli concesse alcune occasioni, soprattutto in Europa League, come esterno d’attacco nel tridente che non raccolse molti consensi nell’esperienza romana dell’allenatore spagnolo. Abile in fase d’impostazione e dotato di una grande visione di gioco, capacità quest’ultima che gli permette di leggere in anticipo le dinamiche sia in fase offensiva che difensiva, la peculiarità che lo contraddistingue è senza dubbio la facilità con la quale va al tiro sia su calcio piazzato che con la palla in movimento, chi segue assiduamente il campionato cadetto infatti ricorderà facilmente il rocambolesco gol da metà campo messo a segno dal centrocampista romano nella finale playoff che ha visto il suo Pescara superare il Trapani nella scorsa stagione.

Comments

comments