Il Milan perde a San Siro contro l’Empoli e improvvisamente la corsa per il sesto posto si riapre, proprio quando ormai sembrava tutto da archiviare.

Vincenzo Montella rispetta la storia dei suoi finali di campionato, continuando a gettare al vento le migliori occasioni, e così ne approfitta Paulo Sousa, anche lui piuttosto bravo in questa disciplina, ma vincente ieri sera nello scontro diretto contro l’Inter.

La corsa al sesto posto è viva, e potrebbe tenere banco fino alla fine del campionato. Milan, Inter e Fiorentina, infatti, si sfideranno a distanza nelle prossime cinque settimane. I viola, dal canto loro, non possono arrivare a pari punti delle due compagini lombarde, considerando gli scontri diretti, ma in società sicuramente sono convinti di poterci almeno provare.

Il sesto posto, infatti, farebbe felici i vertici della Fiorentina, dal momento che in questo modo i viola avrebbero accesso al terzo turno preliminare dell’Europa League.

Un piazzamento che significherebbe “stagione positiva”, con tutti i conseguenti discorsi sull’ennesima Europa League raggiunta. Niente polemiche, né bocciature delle ultime strategie di mercato, per non parlare dell’appeal della Fiorentina, che rimarrebbe invariato.

Sono molti, dunque, i “pro” legati al sesto posto, tutti, però, riguardano l’immagine della società. Perché partecipare al terzo turno preliminare di Europa League quest’anno significa anche scendere in campo già a fine luglio, con tutti i cambiamenti di preparazione estiva che ne derivano. Il tempo per fare mercato, infatti, diminuirebbe, al pari di quello per allenarsi in vista della stagione 2017/2018.

Diversi, dunque, i motivi che devono spingere la Fiorentina a fare il possibile per prevalere nella corsa al sesto posto, ma sono tanti anche i cosiddetti “contro” di questo possibile scenario. Forse l’ideale sarebbe cominciare adesso a prepararsi a tutte le eventualità. Soprattutto sul mercato.
Tommaso Fragassi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.