Tatarusanu 6 Incolpevole su entrambe le reti rossonere, effettua una buona parata su Pasalic nel primo tempo.

Salcedo 5.5 Si reinventa terzino e inizialmente non sfigura, anche se con il passare dei minuti perde lucidità.

Astori 6 Resiste come può all’esuberanza dell’attacco del Milan.

Gonzalo 6 Prova a tappare i buchi lasciati scoperti dai compagni, ci riesce soprattutto nei secondi 45′.

Sanchez 5 In difesa è il meno solido e nella ripresa sbaglia pure un gol clamoroso.

Vecino 6 Non esente da colpe sul primo gol del Milan, cerca di farsi perdonare nel secondo tempo. Da premiare l’impegno.

Cristoforo 5 Palloni toccati: pochi, passaggi sbagliati: troppi. Non ripaga la fiducia di Sousa. (Dal 71′ Badelj 6 Non commette errori, anche se il suo lavoro non serve a far pareggiare la Fiorentina).

Borja Valero 5.5 Fatica a creare gioco a centrocampo. Farraginoso.

Chiesa 6 L’unico a provarci davvero dall’inizio alla fine. Peccato che i compagni non lo seguano. (Dal 71′ Tello 5.5 Sbaglia anche i passaggi più semplici).

Ilicic 5 La grinta c’è, la velocità no. Rallenta tutta la manovra e nelle ripresa peggiora ulteriormente. (Dall’81’ Saponara s.v.)

Kalinic 6- La sua non è una prova pienamente convincente, potrebbe inserirsi maggiormente. Mezzo punto in più per il gol.

Sousa 5 Manda in campo un inedito 4-4-2, dove Chiesa e Cristoforo corrono sulle fasce, mentre Ilicic e Kalinic formano insieme il tandem d’attacco. Tuttavia non è la fase offensiva il vero problema del primo tempo, bensì quella difensiva. La Fiorentina, infatti, con i suoi errori in copertura consente al Milan di segnare ben due reti. Sotto di un gol, nella ripresa i viola provano a pareggiare, senza riuscirci. Da rivedere i cambi.
Tommaso Fragassi

Comments

comments