Forse non era la sfida più attesa di questa 16^ giornata ma sicuramente una delle più importanti. Se dall’anticipo fra Crotone e Pescara certo non ci si poteva aspettare un gioco scintillante, come nei fatti si è rivelato con tanti ammoniti e le espulsioni dei due ex viola Aquilani e Capezzi, almeno la classifica, che da troppo tempo stagnava nei bassifondi abbassando la quota salvezza ai minimi storici, si è mossa sensibilmente. La partita dello “Scida” premia la squadra di casa che, alla fine di questa sfida salvezza, riesce ad avere la meglio sul Pescara di Massimo Oddo, fermo a 8 punti in attesa della partita del Palermo. Vince quindi il Crotone di Davide Nicola e vince grazie al rigore di Palladino ed al colpo di testa di Ferrari – colpevolmente lasciato solo dalla retroguardia abruzzese – dopo il pareggio di Campagnaro ed il rigore fallito da Memushaj. Vince il Crotone e finalmente succede qualcosa di significativo nelle zone basse della classifica, con i calabresi che, grazie alla vittoria di oggi, si portano a 9 punti scavalcando così i diretti avversari di oggi e portandosi con il fiato sul collo dell’Empoli che domani sarà quindi costretto a rispondere.

Comments

comments