Giornata importante in sede UEFA infatti, dopo la prestigiosa assegnazione dell’europeo under 21 del 2019 a Italia e San Marino, il comitato esecutivo, secondo quanto riportato da ilmessagero.it, ha approvato la riforma della Champions League per il triennio 2018-2021. La novità più importante, che forse più di tutte tocca da vicino il nostro campionato, è la garanzia di quattro posti alle prime quattro nazioni del ranking. Dato, quest’ultimo, estremamente positivo per l’Italia che al momento occupa proprio la quarta posizione e che quindi, in virtù delle decisioni adottate, tornerebbe a portare quattro squadre nella massima competizione europea a partire dal 2018.

Comments

comments