Una conferenza stampa diversa dal solito, almeno così ci è parsa vedendola dal vivo, con un Paulo Sousa insolito che, invece di evitare le domande più ostiche, ha parlato a cuore aperto, da grande professionista e con la massima sincerità.

Non è la prima volta dall’inizio di febbraio che Paulo Sousa stupisce, l’allenatore portoghese, infatti, ha un atteggiamento assai diverso rispetto al girone di andata, non solo in conferenza stampa, ma anche sul campo, dove finalmente lo abbiamo rivisto in veste di motivatore scatenato a bordo campo.

Ma torniamo per un attimo alle parole di questa mattina. Tre sono stati i punti chiave del suo discorso, ovvero la situazione generale in Serie A, Berlusconi e Ilicic. Temi molto caldi su cui, però, Sousa ha deciso di parlare senza filtri, pronunciando quelle che, in fondo, sono tre (scomode) verità. “Quando sono arrivato in Italia da calciatore, la Serie A era il miglior campionato, adesso non ha più lo stesso appeal”, e ancora, “Un parere su Berlusconi? Ha vinto molto ed il merito è dei suoi investimenti”. Due stoccate nei confronti di tutti gli appassionati del calcio italiano, ma anche nei confronti di chi sull’ex Presidente del Consiglio non ha una grande simpatia. Peccato, però, che queste due frasi di Sousa siano inattaccabili, scomode ma senza dubbio inattaccabili.

Infine, dopo aver tanto divagato nelle ultime conferenze, è arrivata anche la conferma del calo di Ilicic, su di lui, infatti, il tecnico portoghese ha detto: “Giocano i giocatori che mi dimostrano di poterci aiutare a vincere. Ultimamente altri giocatori lo stanno facendo più di lui”. Stop. Discorso chiuso, chiarezza è stata fatta.

Non sappiamo con esattezza come i tifosi viola abbiano reagito alle parole di Sousa, possiamo però affermare che, chi vi scrive, è rimasto piacevolmente sorpreso dall’onestà dell’allenatore gigliato, che finalmente non si è nascosto.

E la Fiorentina invece? Dopo le frasi su Ilicic c’è da aspettarsi un cambio all’attacco. E a tal proposito suona come un monito la risposta su Saponara di questa mattina: “E’ al 100% perché si allena completamente. L’infortunio che aveva è guarito, avrà l’opportunità di giocare come tutti gli altri”. Sarà, dunque, Saponara il nuovo trequartista viola, forse già a partire da domani, quando avrebbe l’opportunità di segnare all’ex squadra che non ha mai creduto veramente in lui.

Tommaso Fragassi