“Corvino mi ha già proposto il rinnovo due volte, anche ieri sera era a casa mia per cena. La mia riposta? Gli ho detto che era importante aspettare prima quale progetto ha la Fiorentina per il futuro”.

Dopo settimane di incertezza e mezze notizie, Paulo Sousa mette in chiaro tutte le questioni in un colpo solo, entrando a gamba tesa alla prima conferenza stampa utile. E, di fatto, il suo atteggiamento merita soltanto stima, perché ha optato per la trasparenza in un momento in cui molti altri allenatori avrebbero preferito battere in ritirata.

Chiaro e onesto, Sousa non ha chiuso l’opzione rinnovo con la Fiorentina, come era stato riportato negli ultimi mesi, bensì ha aperto alla prosecuzione del rapporto con i viola, ma ad una condizione: che la società sia chiara come lo è stato lui oggi.

Quale progetto ha la Fiorentina per le prossime stagioni? Questo è il nuovo ago della bilancia che determinerà tutto il futuro dei gigliati e, in primis, di Paulo Sousa. Non è più l’allenatore portoghese, dunque, la chiave di volta della situazione, ma i vertici stessi della Fiorentina, che intanto si sono affrettati a chiedere a Sousa di rinnovare.

Il tecnico si è espresso, e adesso non è più “alle strette”. Da questo pomeriggio, infatti, sarà l’organigramma viola ad avere gli occhi puntati addosso. Se Paulo Sousa deciderà di accettare la proposta di rinnovo, significherà che la Fiorentina ha un buon progetto per l’immediato futuro. La faccenda sta così. Chiara e semplice, come le parole di Sousa, che oggi si prende dei meritati applausi.

Tommaso Fragassi

Comments

comments