Scoccano le ore 23.00 e le porte dell’Hotel Melia si chiudono simbolicamente a sancire la fine del mercato di riparazione edizione 2018. Pochi trasferimenti, trattative nate in extremis ed altre sfumate proprio sulla sirena. Difficile comprare ma ancora più difficile vendere, per un leitmotiv che accomuna molte società fra le quali anche la Fiorentina.

La cessione di Babacar, nelle ultime ore di mercato, risolve una grossa grana e l’arrivo di Falcinelli potrebbe rimescolare le carte in attacco, portando maggiore dinamismo e più di un’alternativa tattica. Arriva Dabo, che verrà presentato nella giornata di domani, e parte Carlos Sanchez, girato in prestito all’Espanyol, mentre sfumano le tanto attese cessioni di Maxi Olivera e Cristoforo. Nei giorni precedenti, poco o nulla: con Hagi rispedito al Viitorul e Mlakar ceduto al Maribor.

Ma analizziamo nel dettaglio i numeri del mercato viola:

Acquisti

Dabo (titolo definitivo, da Saint-Etienne): 3.ooo.ooo

Falcinelli (prestito con diritto di riscatto, da Sassuolo)

Totale: 3.000.000

Cessioni

Gilberto (prestito, a Fluminense)

Mlakar (prestito, a Maribor)

Hagi (titolo definitivo, a Viitorul): 2.000.000

Babacar (titolo definitivo, a Sassuolo): 10.000.000 + bonus

Carlos Sanchez (prestito, a Espanyol): 500.ooo

Totale: 12.5000.000

La Viola, alla luce dei fatti, ha incassato 12.500.000 euro dalle cessioni a fronte dei 3.000.000 di euro investiti per rinnovare la rosa, di conseguenza il bilancio societario fa registrare un attivo di quasi 10.ooo.ooo di euro.

Gianmarco Biagioni

Comments

comments