Non bastano venti minuti di pura generosità al Milan. Il Betis Siviglia vince meritatamente al Meazza per 2-1, in un match che ha controllato in lungo e largo e ha rischiato di chiudere più volte. Continua la crisi difensiva dei rossoneri, anche stasera apparsi spenti e con pochissime idee.

SOLO BETIS, MA DANNI LIMITATI Reina, il portiere di Coppa, sbaglia subito una semplice impostazione, innescando Sanabria. L’attaccante ospite non è lesto ad approfittare del regalo e sciupa una ghiotta opportunità. Il Milan fa molto possesso ma la manovra è lenta e gli sbocchi sono pochi. Higuain spesso viene in soccorso dei compagni in difficoltà anche nel cerchio centrale, lasciando praticamente scoperta la trequarti offensiva. Gli andalusi giocano senza paura, rispondendo colpo su colpo agli attacchi dei padroni di casa e trovano prima il vantaggio con Sanabria, poi rischiano di dilagare. I rossoneri sembrano in totale balia degli avversari, Gattuso cambia in corsa l’assetto tattico e dispone i suoi con il 3-5-2. All’ultimo respiro Higuain si libera davanti a Pau Lopez, ma cerca di dribblare il portiere, sprecando una grande occasione.

DOPPIA BOCCIATURA E DOPPIO CAMBIO – Gattuso cambia subito a inizio ripresa: fuori i fischiatissimi Borini e Bakayoko (bocciatura definitiva per il francese), dentro Suso e Cutrone. Ma il copione è sempre lo stesso: confusione da una parte, grande organizzazione dall’altra. Lo Celso, dopo la magia contro il Dudelange, si ripete al 55′: controllo e tiro imparabile dai 30 metri sotto il sette, Reina non può fare nulla. Il pubblico bianco-verde è in visibilio, quello di casa ammutolito.

LAMPO DI CASTILLEJO, GOL DI CUTRONE – La formazione ospite sembra in totale controllo, ma un lampo di Castillejo scuote i rossoneri: gran conclusione dello spagnolo dal limite, la palla si stampa sul palo interno. L’ex Villarreal è il più pericoloso e all’82’ serve a Cutrone un comodo assist per il gol che riapre i giochi. Il forcing finale genera solo nervosismo (espulso Castillejo, che poco prima aveva reclamato un rigore sacrosanto) e qualche mischia facilmente sbrogliata dalla difesa del Betis Siviglia, che sbanca San Siro e vola in vetta al girone.

Tuttomercatoweb.com