Negli ultimi giorni sono stati sotto il mirino della critica Pjaca e Gerson. Tante critiche aspre per i due viola in prestito.

Fino ad ora nella manovra e nel gioco viola sono emersi altri gravi problemi. Il primo, principale è quello dei gol. Alla Fiorentina non si puo di certo dire che non gioca o non sa affrontare caratterialmente una partita. In tutte le partite giocate, la squadra viola c’è stata, in trasferta come in casa. L’unica partita in cui Veretout e co. sono stati messi nettamente sotto è stata la partita casalinga contro l’Atalanta.

Qualcuno sta criticando la partita contro il Cagliari. Ma se Simeone avesse fatto quello per cui è pagato ed è stato pagato i tre punti sarebbero stati portati a casa. Clamorosa l’occasione del primo tempo dove Chiesa gli ha messo una palla da spingere solo in porta mentre l’argentino non ha nemmeno fatto quel movimento oppure nel secondo tempo dove si è imballato in area di rigore e fatto recuperare da Pisacane in un occasione gigantesca.

Detto questo, non parleremo di problemi come la mancanza del regista. Veretout sta giocando alla grande. Si, non avrà la visione di gioco o la tecnica di Pizarro ma quella non ce l’aveva nemmeno Badelj, sia chiaro. Anche se adesso qualcuno vuole far passare Badelj come se fosse stato Pirlo. No.

Badelj per la Fiorentina è stato un punto di riferimento, dava ordine, dava geometrie e soprattutto carattere ed esperienza. Tutto giusto, ma tutto questo non sembra non ci sia stato nelle prime nove giornate in serie A.

Tornando a Pjaca e Gerson, i due danno tecnica e velocità alla manovra viola, la possibilità di poter, in tutti i momenti della partita, poter colpire l’avversario. Gerson lo ha fatto a casa alterne, Pjaca quasi mai. Ma si tratta di giocatori da recuperare, se no, parliamoci chiaro, Roma e Juventus non ce li avrebbero dati a queste condizioni. Meglio provare a recuperare gente dal talento indiscusso che gente che non sa nemmeno stoppare una palla.

Se loro sono il problema, il resto tra centrocampisti e attaccanti, cosa sono?

Federico Chiesa a parte (favoloso), questa squadra è povera tecnicamente. Se mettiamo al bando anche Gerson e Pjaca allora siamo totalmente alla frutta. A calcio si gioca con i piedi. Va bene la corsa di Benassi o un recupera palloni come Edimilson, ma poi serve altro e negli ultimi 30 metri nessuno lo può fare degnamente.

A questa squadra sta mancando la fase offensiva, sta mancando il finalizzatore. Molti tifosi viola sostengono come con un Pavoletti o un Quagliadella qualsiasi la Fiorentina avrebbe avuto 4/5 punti in più almeno. Non hanno torto, considerando tutto quello che non ha fatto fino ad ora Simeone. È attenzione, non stiamo parlando solo di gol. Guardate Higuain, non sta segnando molto a Milano, ma guardate come si rende utile alla squadra con movimenti e gesti tecnici.

Poi per carità, i gol si possono sbagliare, soprattutto quando hai 23 anni. Ci sta, ma il problema non sembrano essere gol. Al cholito sembrano mancare i fondamentali di questo ruolo. Migliorerà. Speriamo.

Chiudiamo con Thereau, in attacco come abbiamo visto si piange miseria. Lo scorso anno il francese ha portato avanti per 6 mesi con gol, assist e prestazioni la squadra viola. Che fine ha fatto quest’anno? È arrivato il momento che Pioli ce lo spieghi.

Flavio Ognissanti