Giovani, simpatici, di bell’aspetto ma sopratutto bravi con il pallone fra i piedi… Stiamo parlando dei protagonisti di Calciatori Giovani Speranze, il reality show andato in onda su MTV fra il 2012 ed il 2013. Il programma portava le telecamere all’interno della vita dei calciatori della formazione Primavera della Fiorentina, all’epoca guidata da Leonardo Semplici, per mostrare quale fosse la routine delle giovani promesse del calcio italiano, sia dentro che fuori dal campo.

Fra i tanti protagonisti, alcuni hanno proseguito nelle serie inferiori oppure all’estero mentre di altri si sono quasi completamente perse le tracce. Ma andiamo ad analizzare nel dettaglio che fine hanno fatto, a quattro anni di distanza, le giovani speranze viola.

Leonardo Capezzi. Il centrocampista classe ’95 è uno dei pochi ad aver avuto il privilegio di esordire con la maglia della Fiorentina. Era infatti la stagione 2013/2014 quando l’allora tecnico viola, Vincenzo Montella, decise di concedergli dieci minuti nel finale di una gara di Europa League. Il promettente interno di centrocampo, da lì in poi, ha proseguito con le maglie di Varese, Crotone e Sampdoria, fino alla definiva cessione che tanto ha fatto discutere negli ambienti del tifo viola.

Lorenzo Di Curzio. Possente attaccante classe ’96 che, una volta conclusa la trafila nelle giovanili viola, ha cercato fortuna con le maglie di Vibonese, Rieti e Livorno (società di Serie C nella quale attualmente limita). La stagione più prolifica resta però quella datata 2015/16, nel corso della quale con la maglia dell’Avezzano (in Serie D) è riuscito a mettere a segno 9 reti.

Alan Empereur. Il difensore italo-brasiliano, dopo le esperienze con Ischia, Livorno, Teramo e Salernitana si è alla fine accasato a Foggia.

Roberto Franca Everton. Il ventiduenne laterale difensivo ha deciso di far ritorno in patria, per vestire la maglia del Vasco da Gama.

Alberto Rosa Gastaldo. Uno degli elementi più promettenti del vivaio viola che, purtroppo, non sembra aver rispettato le aspettative degli addetti ai lavori. Il centrocampista classe ’95, dopo aver lasciato Firenze, si è da prima trasferito al Torino per poi proseguire con NK Istria, Esperia Viareggio ed AltoVicentino (entrambe nei dilettanti).

Cedric Gondo. Era la punta di diamante della squadra guidata da Semplici, tanto da attirare l’attenzione dei maggiori club europei (fra i quali si ricorda anche il Paris Saint Germain). L’attaccante ivoriano, una volta lasciata la Toscana, sembra tuttavia essersi smarrito ed infatti non ha convinto né con la maglia della Ternana né tantomeno con quella della formazione greca dell’Asteras Tripolis.

Andy Bangu. Uno dei migliori ed anche uno dei pochi capaci di confermarsi nel calcio dei grandi. Per lui un’ottima stagione in prestito alla Reggina (in Lega Pro) prima di essere girato al Vicenza.

Axel Gulin. Il rapido e tecnico esterno triestino, dopo esser passato da Feralpisalò, Pordenone, Catania e Campobasso, ha alla fine firmato con il Gozzano (in Serie D).

Luca Lezzerini. Sicuramente uno dei più noti al grande pubblico poiché, prima del passaggio all’Avellino, ha a lungo ricoperto il ruolo di riserva alle spalle di Neto, Tatarusanu e Sportiello.

Saverio Madrigali. Il centrale difensivo classe ’95, dopo un lungo peregrinare in Serie C, si trova al momento senza una squadra.

Giacomo Ruggeri. Il terzino sinistro, dopo aver percorso in lungo ed in largo la Toscana, milita attualmente nella Voluntas Spoleto.

Gianmarco Biagioni

Comments

comments