“Svolta per il ritorno in viola di Giancarlo Antognoni, sono pronte le condizioni per coinvolgere l’ex capitano nel gruppo dirigenziale come una delle figure di riferimento della proprietà, un ruolo non solo di rappresentanza ma in linea con il passato sportivo”.

Così sentenziava questa mattina La Nazione per quella che, senza ombra di dubbio, è stata la notizia più interessante della giornata. Dopo quasi quindici anni, dunque, Andrea e Diego Della Valle sono pronti ad accogliere la bandiera gigliata, per dare una svolta al rapporto di vicinanza con i tifosi.

Erano in molti, infatti, quelli che chiedevano a gran voce un posto in società per Antognoni, che nel profondo ha sempre sperato in una chiamata da parte della Fiorentina.

Adesso tutto sembra pronto, manca soltanto la firma, poi per lo storico numero 10 si apriranno le porte della squadra che lo ha adottato e ne ha fatto un simbolo e un mito.

La notizia ha suscitato grande gioia in tutti gli appassionati, tuttavia non sono mancate alcune battute, tipiche dei fiorentini, famosi in tutta Italia per il loro particolare senso dell’humor.

Qualcuno, infatti, in modo molto simpatico, ha auspicato un ritorno in squadra di Antognoni come giocatore, perché “anche alla sua età, potrebbe comunque fare meglio di molti degli elementi scesi in campo ieri contro il Crotone”. Questa la battuta più gettonata, seguita da altre simili, ma non sono mancate neanche le “frecciatine”.

Più di un tifoso, infatti, ha sostenuto che l’apertura ad Antognoni sia dovuta solamente all’andamento negativo della squadra in campionato, una sorta di parafulmini per evitare che la tifoseria contesti la società a partire dal prossimo match al Franchi.

Scherzi e teorie complottistiche a parte, il ritorno di Antognoni non può che essere una notizia positiva, poiché avere nell’organigramma una bandiera, seppur con un ruolo marginale, può solamente fare bene all’ambiente. Le battute, ovviamente, fanno parte del gioco, ma qualcuna fa anche riflettere sul momento attuale della Fiorentina… e chissà se Antognoni ieri, inserito magari negli ultimi 15′, avrebbe fatto veramente peggio dei vari Babacar, Badelj e Bernardeschi.

Tommaso Fragassi

 

Comments

comments