Si giocherà giovedì alle 20 allo stadio “Ferraris” di Genova il recupero della 3^ giornata di campionato tra Genoa e Fiorentina. La partita infatti era stata interrotta, lo scorso 11 settembre, dall’arbitro Banti dopo nemmeno mezz’ora di gioco a causa delle pessime condizioni del terreno di gioco, reso impraticabile dal nubifragio che si era abbattuto sulla Liguria. Proponiamo di seguito un piccolo vademecum che fa chiarezza – Codice di Giustizia Sportiva alla mano – su quanto prevede il regolamento in merito al recupero della partita precedentemente interrotta, alla quale assisteranno oltre 20.000 spettatori, 300 dei quali provenienti da Firenze.

1 La partita riprende esattamente dalla situazione di gioco che era in corso al momento dell’interruzione, come da referto dell’arbitro.
2 I calciatori scesi in campo e sostituiti nel corso della prima partita non possono essere schierati nuovamente.
3 I calciatori espulsi nel corso della prima partita non possono essere schierati nuovamente né possono essere sostituiti da altri calciatori nella prosecuzione.
4 I calciatori che erano squalificati per la partita interrotta non possono essere schierati nella prosecuzione.
5 Possono essere schierati nella prosecuzione i calciatori squalificati con decisione relativa ad una gara disputata successivamente alla partita interrotta.
6 Le ammonizioni singole inflitte dall’arbitro nel corso della gara interrotta non vengono prese in esame dagli organi disciplinari fino a quando non sia stata giocata anche la prosecuzione.
7 Nel corso della prosecuzione, le due squadre possono effettuare solo le sostituzioni non ancora effettuate nella prima gara.

Gianmarco Biagioni

Comments

comments