Sono giorni caldi dal punto di vista prettamente sportivo, un po’ meno da quello puramente commerciale. Se da un lato, infatti, in tutto il Mondo le nazionali si stanno dando battaglia nelle varie competizioni UEFA e CONMEBOL, dall’altro il calciomercato viola stenta a decollare.

Eppure, come abbiamo appena detto, quest’anno come non mai le possibilità sono vastissime. Accanto all’Europeo appena iniziato, infatti, c’è la Copa America che da venerdì vedrà le squadre ancora in corsa scontrarsi ai quarti di finale, ma anche le Final Eight per lo Scudetto Under 17, un palcoscenico da non sottovalutare, mentre tra poche settimane inizieranno le Olimpiadi, evento sportivo che prevede anche il calcio e in cui spesso i protagonisti sono proprio giocatori giovanissimi e semi-sconosciuti.

Il piatto, dunque, è molto ricco, dubitiamo che Pantaleo Corvino si lascerà sfuggire un’occasione così ghiotta. Non è un caso, infatti, che proprio oggi a Firenze si sia tornati a parlare di Emanuele Giaccherini, autore del primo gol per l’Italia nella vittoria di ieri contro il Belgio, con l’agente del centrocampista che ha rivelato: “Il suo prezzo è inferiore ai 2 milioni, sarebbe ben felice di venire alla Fiorentina”.

Servono calciatori formati in Italia, questo è il momento di concentrarsi soprattutto sul panorama nostrano, sia per l’immediato futuro, sia per quello prossimo. Ecco perché da oggi sarà necessario curare nei minimi dettagli il settore giovanile. Attenzione quindi non solo alla Primavera, ma anche all’Under 17, la Fiorentina (appena eliminata dalla Roma nelle Final Eight dopo la sconfitta per 2-1 di stasera) ha in squadra alcuni elementi molto promettenti, uno su tutti è Gabriele Gori (in foto) anche oggi a segno.

Infine, nonostante la priorità sia acquistare giocatori del panorama nostrano, sarebbe comunque doveroso uno sguardo approfondito sul calcio internazionale. La Copa America e le Olimpiadi mettono sempre in risalto qualche buon giocatore. Starà a Corvino setacciare e sceglierne magari anche solo uno da provare nella Fiorentina. Non ci stupiremmo, ad esempio, in un ritorno di fiamma per Erik Pulgar (in foto), mediano del Cile e portato al Bologna proprio dall’attuale direttore generale gigliato, oppure un tentativo per qualche giocatore della nazionale olimpica brasiliana, principale candidata alla medaglia d’oro quest’anno.

Tommaso Fragassi

Scarica l’APP di Labaro Viola per Android e per iOS

Comments

comments