Che Milan ed Inter stiano facendo i salti mortali per cercare di strappare Milan Badelj alla Fiorentina è ormai noto. Infatti, tra smentite e rilanci a suon di contropartite tecniche, ogni giornata offre scenari diversi che vanno si calibrati ma pur sempre tenuti in debita considerazione.

Stando alle recenti indiscrezioni sembra che Vincenzo Montella, dopo aver individuato nel centrocampista croato il rinforzo decisivo per il centrocampo del Milan, non sia affatto disposto a rinunciarvi. Per questo motivo la coppia di mercato Galliani-Fassone starebbe lavorando in sinergia per tentare di sbloccare la trattativa, e la chiave di volta individuata dalla squadra mercato rossonera sembra essere l’inserimento nella trattativa del centrocampista Andrea Poli, in scadenza nel 2018 e profilo gradito alla Fiorentina.

Tuttavia Badelj resta al vertice della lista dei desideri anche dell’Inter, con il neo allenatore Stefano Pioli che avrebbe indicato il centrocampista viola come il metronomo ideale della futura linea mediana nerazzurra, tutta muscoli e poche geometrie. L’ipotetico inserimento nella trattativa del cartellino di Jovetic, pupillo di Pantaleo Corvino, è ormai cosa nota.

Nonostante per il momento si tratti solo di indiscrezioni, la Fiorentina sta comunque cercando di tutelarsi di fronte ad una possibile offerta “cash” che quindi escluderebbe ogni possibile inserimento di contropartite tecniche nella trattativa. Il profilo che la dirigenza viola sta seguendo da vicino, se l’ipotetica partenza di Badelj dovesse tramutarsi in realtà, è quello di Daniele Dessena, centrocampista classe ’87 attualmente in forza al Cagliari – ed ex di Parma e Sampdoria – che dopo aver recuperato da un grave infortunio che lo ha tenuto a lungo lontano dai campi sembra essere tornato a pieno regime a disposizione di Rastelli e (forse) di Paulo Sousa.

Gianmarco Biagioni

Comments

comments