19 Maggio 2022 · 04:20
19.4 C
Firenze

Pagelle Viola: Drago monumentale, Chiesa confusionario, Lirola spaesato. Si salvano Duncan e… Kouamè.

a cura di Stefano Borgi

DRAGOWSKI: 8  Si distende in tutti i suoi 191 cm sul destro al giro di Joao Pedro (42′). Nella ripresa monumentale due volte su Nandez (specie la prima), bene anche sul greco dal nome impronunciabile (Lykogiannis). Decisivo.

MILENKOVIC: 6,5  Simeone ha voglia, è animato dal sacro (e legittimo) fuoco della vendetta, e specie all’inizio crea qualche grattacapo. Nikola però è in un buon momento, di testa sono tutte sue, insomma…  Conferma.

CECCHERINI: 6  Sale tardi (ma in tempo) sul gol annullato a Simeone. Per il resto se la cava, addirittura prova (due volte) il tiro a rete… per lui una vera new-entry. Sufficiente.

CACERES: 6  Sbaglia poco, non soffre nè su Joao Pedro nè su Simeone. Tanto meno su Ragatzu… Attento.

VENUTI: 5,5  Mattiello lo mette in difficoltà, e la convivenza tattica con Chiesa non è impresa facile. Spreca un tape-in facile facile in chiusura di tempo, fa quello che può. Passo (piccolo) indietro. 

BADELJ: 5 Se la vede con Nainggolan e (non ce ne voglia il croato) i due sembrano giocare sport diversi. Anche Rog sembra andare a doppia velocità. Purtroppo Milan è un ex calciatore. Di certo è un ex viola… (dal 60′ PULGAR): 6  Tocchetta piano, ma preciso.

DUNCAN: 6,5  A centrocampo è quello con le idee più chiare. Certo il palo del 39′ (col pallone che spolvera tutta la riga) è roba da benedizione papale… Sfortunato.

LIROLA: 5  Schierato ancora una volta a sx, lo spagnolo sembra chiedersi… perche? Al 26′ scappa in contropiede ma conclude (male) da egoista. Forse pensa troppo alla marcatura di Nandez che lo grazia in apertura di ripresa. Fuori ruolo. (dal 58′ DALBERT): Ordinario, non fa danni.

RIBERY: 6,5  Solito lavoro da centrocampista aggiunto, il francese (alla 5° partita consecutiva in 16 giorni) si rende pericoloso al 44′ ma Cragno devia il sinistro al volo. Stakanov. (dal 75′ CUTRONE): 6+ Nel finale “spizza” e sfiora il gol della vittoria, questione di millimetri.

CHIESA: 5  Pronti via, entra duro su Joao Pedro e si fa ammonire. Federico gioca largo, entra poco nel gioco, litiga con tutti. Iachini lo cambia alla fine del primo tempo. Confusionario. (dal 46′ GHEZZAL): 5,5  Incedere elegante, sembra danzare sulle punte. Peccato che il gioco del calcio sia altra cosa. Infortunato.

VLAHOVIC: 5  Tocca il suo primo pallone al 21′, e già questo basterebbe a capirne la giornata. Assente. (dal 75′ KOUAME’): 6+ Tre minuti d’ambientamento e si avventa (di testa) su quel pallone con la voglia repressa di nove mesi d’assenza… Cragno però è “insensibile” ed alza sulla traversa. Bentornato.

BEPPE IACHINI: 5  Formazione all’apparenza spregiudicata, in realtà bloccata… con un destro naturale a sx (Lirola), ed un terzino puro (Venuti) portato a centrocampo. Si salva solo il risultato, e (forse) un pò di determinazione. Per il gioco… ripassare un’altra volta. Pavido.

CONDIVIDI

ULTIMI ARTICOLI

CALENDARIO