Pierpaolo Marino è intervenuto ai microfoni di Radio Bruno: “La Fiorentina ha giocato bene contro l’Inter, ha messo in difficoltà l’avversario, però non è ancora ben consolidata. Pioli ha una squadra spigliata, giovane e difficile da affrontare”.

Prosegue su Chiesa: “A San Siro è sempre difficile essere protagonisti, ma lui c’è riuscito”.

E sugli errori arbitrali: “A Milano succede. Inter e Milan esercitano una sorta di condizionamento sugli arbitri. L’ho sempre notato quando sono andato da avversario in quello stadio”.

Analizza poi il rigore concesso per il fallo di mano di Vitor Hugo: “Non mi sono scandalizzato, il tocco c’è stato e tanto basta”.

E conclude con una riflessione personale: “La Lega? Farsi sentire nel palazzo è più un modo per far vedere ai giocatori che la società è presente. Non ci sono disegni contro nessuna società, gli errori sono frutti del caso”.