Il responsabile medico della nazionale italiana, Enzo Castellacci, ha parlato dell’ultimo infortunio di Pepito Rossi a Radio Bruno: “Sono addolorato anche io per questo suo ko, non sento Giuseppe da un po’ di tempo ma stava andato talmente bene che non me lo aspettavo. Questa nuova tegola non ci voleva, ma l’abbiamo detta mille volte questa frase. Giuseppe ha sempre reagito dopo infortuni così gravi, dovremo dargli forza. Per fortuna, si fa per dire, si è rotto l’altro crociato perché rompersi per la terza volta lo stesso crociato avrebbe compromesso la sua carriera: non è una recidiva quello al ginocchio sinistro, per cui la speranza che possa tornare ai suoi livelli c’è. Adesso da parte sua c’è la necessità di tirare fuori gli attributi. In tanti avrebbero mollato prima di lui dopo i suoi infortuni. Ripeto: il fatto che si sia rotto il crociato sinistro mi fa stare sereno, se si fosse rotto quello destro avrei temuto per la sua carriera”.

Comments

comments