Nel post partita ha parlato in sala stampa il tecnico della Fiorentina Stefano Pioli. Queste le parole dell’ex allenatore di Lazio e Bologna:

“Abbiamo fatto male perdendo nettamente. Senza avere lo spirito che ci ha contraddistinto nel tempo. Lo stop fa male, dobbiamo dare risposte. La sosta ci ha sicuramente danneggiati. Abbiamo fatto un programma di lavoro abituale, non di più non di meno. Di solito si dice che perdi perché non corri abbastanza, ma non credo sia stato un problema fisico. E’ stato sicuramente l’atteggiamento. Sono il primo a essere dispiaciuto per la prestazione della squadra ma chiedere scusa non servirebbe per migliorare la situazione. L’ambiente sta vivendo un momento difficile, ma era già evidente: noi dobbiamo appoggiarci al lavoro. Sembra che i nostri sforzi di sei mesi siano stati gettati via, ma non è così. Dobbiamo essere bravi a rimanere concentrati per continuare a essere la squadra che ha anche messo in campo prestazioni positive. Nello spogliatoio c’erano Corvino, Freitas e c’ero io, così come i giocatori. Volevamo capire cosa fosse successo, l’unico modo per uscire da questa situazione è lavorare: credo che la squadra abbia dei lavori. Al momento non andremo in ritiro. Il calcio e’ fatto di emozioni, momenti, risultati. Ma è inutile dire che purtroppo contano i risultati, poi abbiamo perso altre partite in casa ma mettendo anche in campo altre prestazioni. La tifoseria si è sempre comportata correttamente, oggi però è stata una prestazione troppo difficile da sopportare. Ma questo vale anche per noi, perché vogliamo dare soddisfazioni: non riuscirci è demoralizzante”.

Comments

comments