All’ultimo respiro Freuler realizza la rete dell’1-1 con un siluro da fuori area. Sportiello, il migliore, deve arrendersi dopo aver neutralizzato un rigore di Gomez e aver compiuto almeno quattro interventi miracolosi. Il pari è giusto. L’Atalanta ha costruito più occasioni e nel secondo tempo è stata padrona della partita. La squadra di Gasperini ha trovato una sua precisa identità tattica.

Ma la Fiorentina ha tra grandi rimpianti: una clamorosa occasione bruciata da Babacar solo in contropiede; un contatto in area Berisha-Gil Dias che Pairetto non ha ritenuto da rigore; e una trattenuta in area di Spinazzola su Astori. La Var non ha corretto l’indicazione del direttore di gara. Ma dubbio resta. Il pari lascia le due squadre in una posizione di classifica anonima. La Fiorentina è ancora un cantiere aperto e senza Badelj (squalificato) non ha un leader in mezzo al campo. L’unica consolazione è il fantastico gol di Chiesa. Poi, a pochi attimi dalla fine, arriva la conclusione di Freuler, 1-1, risultato che fotografa l’andamento della gara.

 

La Gazzetta dello Sport

 

Comments

comments