Firenze, Campo di Marte, giardinetti dietro la curva Fiesole. Qui sorge un’antica società Fiorentina che ha sfornato dei grandi talenti ed è da sempre  una società gloriosa Fiorentina. giugno, se la situazione non cambierà in questo frangente, si sbaracca e i 380 tesserati saranno liberi di andarsene altrove. Probabilmente all’Affrico storica rivale che però potrebbe fondersi con l’Olimpia.
Questo perché l’Aics ha vinto il bando di assegnazione dei Cerreti, una struttura adiacente al Franchi e al centro sportivo della Fiorentina, battendo proprio la società che li gestiva da un quarto di secolo a questa parte. “Non ho niente contro l’Aics, sono i criteri usati per valutare le offerte che non mi tornano”, dice l’ex portiere e dirigente viola, Giovanni Galli, che segue in prima persona la Scuola Calcio dell’Olimpia, a La Repubblica, tanto che un mese fa ha presentato un esposto alla procura.Sono i quattro punti di valutazione che separano l’Aics dall’Olimpia che hanno scatenato l’ex portiere “perché se valuti sufficiente l’offerta di chi non ha esperienza nella gestione degli impianti e non mai avuto scuole calcio, per esempio, è chiaro che alla fine quello che viene fuori non convince”.Galli dice inoltre di aver cercato di ricucire la questione con i dirigenti dell’Aics, che comunque hanno chiuso il discorso azzerando le possibilità di sopravvivenza dell’Olimpia. Il caso comunque verrà portato all’attenzione del consiglio comunale lunedì dai consiglieri Cristina Scaletti e Mario Tenerani.

 

Comments

comments