Juventus-Fiorentina non sarà una partita qualunque per Federico Chiesa. Nella passata stagione proprio in casa dei bianconeri, arrivò l’esordio nella prima squadra viola per il giovane figlio d’arte. Chiesa, che mercoledì, tornerà allo Stadium con un bagaglio d’esperienza in più, e la consapevolezza di essere sempre più innamorato della sua maglia e la volontà di andare a costruirsi un sogno gigantesco. Per se stesso e per la città.

Presto dovrà anche essere affrontato il tema del suo contratto, la società lo sa bene. Lo ha difeso per un’estate intera dagli assalti del mercato, ma adesso, oltre ad un ritocco temporale di un ulteriore anno, fino al 2022, serve anche un nuovo ingaggio: i 400.000 euro netti a stagione fanno di Chiesa il titolare ‘meno ricco’ della Fiorentina. La sproporzione con Babacar, il più pagato nella rosa viola, non regge. Tocca alla società, adesso, trovare l’accordo giusto per blindare il simbolo di questo nuovo ciclo, l’immagine dell’orgoglio viola.

 

Corriere dello Sport Stadio

Comments

comments