“Al momento le scadenze sono quelle che abbiamo dichiarato, da parte della Fiorentina non è stata fatta alcuna richiesta di proroga, perciò noi stiamo lavorando per i tempi prefissati che sono entro la fine del 2017”. Lo ha detto l’Assessore all’urbanistica del Comune di Firenze Giovanni Bettarini, rispondendo ad una domanda di attualità del Consigliere di Firenze Riparte a Sinistra – SI Giacomo Trombi in merito al progetto del nuovo stadio della Fiorentina e lo spostamento dei mercati generali fiorentini per liberare l’area d’intervento dove dovrebbe sorgere la cittadella viola.

Nei giorni scorsi, infatti, il Presidente di ACF Fiorentina Mario Cognigni, rispondendo ai giornalisti a margine di un evento in Palazzo Vecchio, ha dichiarato che “servono tempi certi che non dipendono da noi”, lasciando intuire la possibilità che la Società viola non integri la documentazione per il progetto definitivo entro il termine fissato da Palazzo Vecchio al 31 dicembre 2017. Data entro la quale il Comune dovrebbe portare in Consiglio la variante al PUE di Castello affinché si trovi casa ai mercati generali di Firenze e liberare l’area dove va ad insistere il progetto dei Della Valle per stadio e cittadella viola.

“L’Amministrazione comunale – ha detto Bettarini nella seduta consiliare odierna – ha avviato il procedimento di variante al PUE Piano Urbanistico Esecutivo, (ndr) e contestualmente, al momento in cui saranno pronte le documentazioni che hanno anche una forte valenza dal punto di vista ambientale, il piano per la VAS (Valutazione Ambientale Strategica). La VAS – ha spiegato l’Assessore – è un procedimento abbastanza complesso perché vede il coinvolgimento di tutti quei soggetti che hanno competenza in materia, come l’ARPAT, il Consorzio di Bonifica, la Città Metropolitana, l’ASL e quant’altro”.

Fonte: ilsitodifirenze.it

Comments

comments